Umidità nelle murature, come renderla abitabile?

Buonasera. Sto ristrutturando una vecchia casa colonica con annesso fienile e stalla. Le murature sono in vecchi mattoni di argilla cotta da 25 cm. I solai sono in legno così come il tetto. e' presente su tutte le murature sia perimetrali che interne al fabbricato, una forte presenza di Sali fino ad un paio di metri di altezza e gli intonaci sono quasi del tutto assenti a causa di una forte risalita capillare di umidità dal terreno che ha impregnato il muro in modo considerevole. Molte zone sono impregnate di muffa nera. Vorrei risanarla il meglio che posso per poterla andare ad abitare, in quanto  ubicata in un posto meraviglioso. Prenderò in considerazione tutti vostri consigli, in quanto ho sentito parlare molto bene della vostra azienda e della qualità dei vostri prodotti. Vi ringrazio anticipatamente per quello che riuscirete ad inviarmi.

La risposta dell' esperto

Gentile sig. Ribaudi. Il suo caso non  per noi insolito, anzi. Vedrà che, se seguirà scrupolosamente i nostri consigli, il risanamento sarà perfetto.

  1. Innanzitutto  doveroso asportare completamente i vecchi intonaci da tutte le murature, interne ed esterne, laddove gli stessi siano impregnati di umidità e di Sali. La linea di asportazione non dovrà essere inferiore ad 1 metro sopra la traccia di evidente umidità. Subito dopo si procederà ad un lavaggio energico con idropulitrice al fine di asportare le parti ancora friabili, incoerenti e la polvere.
  2. Al piede della muratura, per sbarrare gli effetti della risalita capillare dell'umidità, le consigliamo di realizzare un'opportuna "barriera chimica" con il nostro ormai collaudatissimo prodotto CONSILEX MAUER. A superficie asciutta, si applicherà con una pompa a bassa pressione, il nostro trattamento anti-salino SANAREG, per un consumo di circa 200 gr/mq.
  3. Dopo 4-5 ore dall'applicazione di SANAREG, verrà applicato il rinzaffo deumidificante UNTERSANA, per una quantità di circa 5-6 kg/mq. L'aspetto del rinzaffo una volta indurito dovrà risultare il pi ruvido possibile, per poter favorire l'adesione del successivo intonaco deumidificante vero e proprio.
  4. A non più di 48 ore dall'applicazione di UNTERSANA, sarà applicato, a mano con cazzuola o con tazza spruzzatrice o mediante pompa per intonaci premiscelati, l'intonaco deumidificante SANATIGH, per un consumo non inferiore a 2 cm (consumo per 1 cm: 12 kg/mq). Se lo spessore risultasse maggiore di 2 cm, nella mezzeria dello spessore totale  consigliabile inserire la nostra rete in fibra di vetro alcali resistente ARMAGLASS 10 x 10 mm/140 gr, per impedire la formazione e la successiva propagazione di piccole fessure da ritiro plastico.
  5. Dopo circa una settimana dal completamento delle operazioni di intonacatura, si procederà all'applicazione della rasatura finale mediante applicazione a frattazzo dell'intonachino deumidificante SANASTOF, per un consumo di circa 4 kg/mq 7. A maturazione avvenuta degli strati di intonaci sopra descritti, le superfici risanate potranno essere dipinte. Consigliamo per l'interno, la nostra pittura ai silicati per interni SANAVEL e per le superfici esterne la pittura traspirante, idrorepellente ai silossani, PROTECH SIL-P. Le superfici invase dalle muffe nere dovranno essere cos“ trattate: 1. applicare con pompa a bassa pressione il trattamento detergente, specifico per l'asportazione rapida delle muffe, PULITORE ANTIMUFFA (NETTOYANT), per un consumo di 300 gr/mq. Ripetere il trattamento fino all'asportazione totale della muffa. Lavare abbondantemente con acqua le superfici dopo il trattamento. 2. Applicare con pompa a bassa pressione il trattamento antimuffa, ANTIMUFFA (ANTIMOUSS), per un consumo di 300 gr/mq, che agirà profondamente nella muratura asportando anche le IFE della muffa.
Risposta di Enrico Gadioli - APRILE 2011

Prodotti utilizzati