Tinteggiatura al grassello di calce

Codice: M.0069

Aggiornamento: 11 febbraio 2015

Pitturazioni protettive e decorative di opere in muratura con pitture al grassello di calce

Consumi suggeriti

Prodotti Consumi
SANAFARBE P 0,4 l/m² Superficie da trattare o rivestire

Vengono contemplate le opzioni di coloritura risanante e protettiva di involucri murari esterni, attraverso il ricorso a sistemi traspiranti, naturali, atossici, di tipo diffusivo, caratterizzati da capacità traspiranti definiti da un coefficiente µ compreso fra 7 e 7,5, nonchè da specifiche capacità antimuffa eanticondensa, a base di grassello di calce. Il prodotto proposto in queste istruzioni è conforme alla Direttiva CEE 89/109.

Step by step

1

Come operazione preliminare, verificare lo stato delle superfici da rivestire. In presenza di superfici degradate o disomogenee la bonifica dovrà essere effettuata con SANAZIEG per colmature e stuccature o INTOSANA per riparazioni o rifacimenti, parziali o totali, dell'intonaco. In presenza di muffe, applicare CONSILEX ANTIMUFFA REMOVER. Infine, in presenza di pulverulenza significativa si dovrà provvedere ad un consolidamento preliminare, mediante applicazione della soluzione minerale, consolidante, rialcalinizzante SANASTARK, per un consumo di circa 0,20-0,30 l/m².

2

Accurata pulizia e depolverizzazione dei supporti di applicazione, ove non compresa e prevista da precedenti fasi d’intervento, ivi compresa la rimozione di pitture di tipo sintetico, eventualmente presenti.

3

Applicazione a pennello, rullo o spruzzo, in due mani distanziate di circa 24 ore, di finitura protettiva, decorativa, sanificante, per esterni SANAFARBE P, a base di grassello di calce a lunga stagionatura. Durante l'applicazione sarà possibile realizzare finiture specifiche quali la spugnatura, la strofinatura, la tamponatura, ecc..

N.B.
>> In presenza di superfici degradate o disomogenee la bonifica dovrà essere effettuata con prodotti della linea SANAGEB: SANAZIEG per colmature o stuccature o INTOSANA per riparazioni o rifacimenti, parziali o totali, dell'intonaco.
>> In presenza di insediamenti biodeteriogeni (muffe, funghi, alghe, ecc.) gli stessi dovranno essere preliminarmente bonificati mediante applicazione di CONSILEX ANTIMUFFA, per un consumo di circa 0,2 kg/mq; l’eccedenza di prodotto dovrà essere quindi rimossa con uno straccio umido.

Scarica il Memoflash

Condividi