CURING AID

Coadiuvante di stagionatura in dispersione acquosa per calcestruzzi

Codice: CSX.0029

Componenti: 1

Aspetto: Liquido

Coadiuvante di stagionatura, antievaporante, a base di speciali resine polimeriche in dispersione acquosa. Si applica a spruzzo, sulle superfici di calcestruzzo fresco. Riduce la repentina perdita dell'acqua di impasto per evaporazione, contribuendo al miglioramento delle caratteristiche generali del manufatto finito. A differenza dei trattamenti a base di cere od olii sintetici, CURING AID non è una sostanza idro-oleo repellente. CURING AID basa il suo principio di funzionamento sulla reticolazione di un copolimero particolarmente affine ai costituenti dei conglomerati a matrice cementizia. Il copolimero inibisce l’evaporazione dell’acqua e si fissa chimicamente con il supporto. CURING AID, grazie a questo suo processo di polimerizzazione non è una sostanza potenzialmente distaccante nei confronti dei successivi trattamenti vernicianti, a differenza dei comuni antievaporanti presenti in commercio che basano la loro efficacia su sostanze attive idro-oleo repellenti.

Certificazioni ottenute e Normative

Prodotto della linea Sanageb, la linea prodotti di Azichem Srl dedicata dal 1994 ai prodotti per la bioedilizia, le costruzioni eco-sostenibili, la bio-architettura e gli interventi riabilitativi e conservativi nell'edilizia storico-ambientale.

Sanageb - Prodotti naturali per la Bioedilizia

Prodotto della linea Sanageb, la linea prodotti di Azichem Srl dedicata dal 1994 ai prodotti per la bioedilizia, le costruzioni eco-sostenibili, la bio-architettura e gli interventi riabilitativi e conservativi nell'edilizia storico-ambientale.

Caratteristiche generali

peso-specifico

Peso specifico: 1.12 kg/dm³

conservabilità

Conservabilità: 12 mesi

temperatura-di-applicazione

Temperatura di applicazione: +5 / +35 °C

esente-da-solventi

Esente da solventi

resistente-ai-raggi-uv

Resistente ai raggi UV

non-infiammabile

Non infiammabile

Specifiche tecniche

pH

10.5 _

Viscosità

17.5 cP

Colori disponibili

- Azzurro

Campi d'impiego

Ausilio dei provvedimenti di cura e stagionatura dei conglomerati cementizi: pavimentazioni industriali in calcestruzzo, platee di fondazione, getti massivi, betoncini, malte strutturali tixotropiche e colabili, microcalcestruzzi fibrorinforzati ecc.

Modalità d'impiego

CURING AID deve essere applicato sulle superfici di conglomerato fresco preferibilmente a spruzzo, servendosi di irroratori a bassa pressione. CURING AID può anche essere steso a rullo ma in questo caso è consigliabile attendere la fase di inizio presa e di primo indurimento superficiale (perdendo quindi parte della sua efficacia). Nel caso di condizioni d’esposizione particolarmente sfavorevoli (ambiente arido e/o ventoso) può̀ essere necessario ripetere l'applicazione.
CURING AID non è una sostanza idro-oleo repellente. CURING AID basa il suo principio di funzionamento sulla reticolazione di un copolimero con eccellente stabilità in condizioni alcaline, che inibisce l’evaporazione dell’acqua fissandosi chimicamente con il supporto.
CURING AID, grazie a questo suo processo di polimerizzazione e tenace adesione sulle superfici del conglomerato, non è una sostanza potenzialmente distaccante nei confronti dei successivi trattamenti vernicianti.
Resta inteso che un eccesso d’acqua d’impasto nel mix design del calcestruzzo, con annesso fenomeno di bleeding, può inficiare una corretta polimerizzazione del CURING AID e creare una reticolazione non perfettamente collegata con il supporto. Quindi è sempre consigliabile una verifica del grado di compattezza delle superfici e, in caso di dubbio, procedere con un’efficace pulizia prima di eseguire qualsiasi verniciatura superficiale.
Le operazioni di carteggiatura, depolveratura ed in genere di pulitura preliminare sono peraltro sempre consigliate in tutti i codici di buona pratica inerenti la verniciatura ed il rivestimento di pavimenti industriali.

Metodi di applicazione

- Nebulizzazione airless a bassa pressione

Pulizia strumenti

- Acqua

Supporti consentiti

- Calcestruzzo

- Prefabbricati

- Fibrocemento

Avvertenze, precauzioni ed Ecologia

L'impiego del coadiuvante di stagionatura non esime dall'adozione dei normali provvedimenti di protezione, ove necessari (copertura dei manufatti con teli in polietilene, in tessuto-non-tessuto, sacchi di juta, bagnatura prolungata, ecc.).

Non è una pigmentazione, dopo l'applicazione ritorna trasparente.

Condividi