GROUT 6 SFR

Betoncino strutturale colabile, fibrorinforzato, a ritiro controllato

Codice: GRT.0071

Componenti: 1

Aspetto: Polvere

GROUT 6 SFR è una malta colabile, fibrorinforzata, ad elevatissime prestazioni usata per reintegri strutturali su calcestruzzo armato, dotata di resistenze meccaniche a compressione e flessotrazione di molto superiori ai normali betoncini strutturali.

Certificazioni ottenute e Normative

Malte da intonaci interni ed esterni - Malta per scopi generali (GP)

UNI EN 998-1 (GP)

Malte da intonaci interni ed esterni - Malta per scopi generali (GP)

Caratteristiche generali

resistente-ai-raggi-uv

Resistente ai raggi UV

diametro-massimo-aggregato

Diametro massimo aggregato: 5 mm

non-infiammabile

Non infiammabile

prodotto-in-evidenza

Prodotto in Evidenza

pot-life

Pot life: 60 min

miscelare-con-acqua

Miscelare con acqua: 13-15 %

usare-indossando-guanti-protettivi

Usare indossando guanti protettivi

temperatura-di-applicazione

Temperatura di applicazione: +5 / +35 °C

esente-da-solventi

Esente da solventi

Specifiche tecniche

Modulo elastico

330000 N/mm²

Massa volumica

2250 kg/m³

Resistenza a compressione

> 70 N/mm²

Assorbimento capillare

0.1 kg•h^0.5/m²

Resistenza a flessione

> 9 N/mm²

Legame di aderenza

2.5 N/mm²

Colori disponibili

- Grigio

Imballaggi e dimensioni

- Sacco da 25 kg

- Pallet: 50 x (Sacco da 25 kg)

Caratteristiche

Capacità ANTICORROSIVA e PROTETTIVA SUI FERRI D'ARMATURA; i punti di forza di GROUT 6 SFR sono:
• il mix di leganti superfini ad alta resistenza, combinati con silici finissime ad attività pozzolanica, rende le malte, al termine del processo d’indurimento, intrinsecamente impermeabili all'acqua;
• il pH fortemente alcalino (> 12) protegge i ferri d’armatura dall’innesco della corrosione;
• la trascurabile traspirabilità all'anidride carbonica fornisce alle malte indurite elevatissime caratteristiche anticarbonatative.
L’insieme di queste specificità anticorrosive rende il classico trattamento di passivazione dei ferri d’armatura, propedeutico al getto della malta colabile, NON NECESSARIO, sempre che, fra le operazioni di pulizia a metallo bianco ed i getti della malta colabile, non trascorra troppo tempo, con il rischio di un nuovo innesco dei processi ossidativi. Quindi, solo nel caso si prevedano lunghi tempi d’esposizione fra le operazioni di pulitura del ferro ed i getti della malta colabile, è consigliabile un trattamento con boiacca passivante (REPAR MONOSTEEL o REPAR STEEL), steso a pennello e localizzato solo sugli acciai d’armatura.

Campi d'impiego

Reintegri ed adeguamenti strutturali, ripristino ed ancoraggio di giunti stradali, autostradali, aeroportuali ed aree critiche in genere.

Preparazione dei supporti

Le superfici di applicazione dovranno risultare pulite, prive di imbrattamenti, parti friabili e incoerenti, polvere ecc., convenientemente saturate con acqua fino a raggiungere la condizione di "sature a superficie asciutta".

Modalità d'impiego

Immettere nel mescolatore circa i 2/3 dell'acqua d'impasto, aggiungere GROUT 6 SFR e l'acqua restante; continuare la miscelazione sino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi. L'acqua di impasto dovrebbe essere circa il 13%-15% in peso (3.5-4.5 litri per sacco). Adottare procedure di getto in grado di assicurare l'assenza di discontinuità e di evitare la formazione di sacche d'aria.

Per elevate sezioni di ancoraggio è opportuno addizionare GHIAIETTO 6.10 (consultare la relativa scheda tecnica per maggiori informazioni).

Metodi di applicazione

- Cazzuola

- Colatura

- Frattazzo

- Spatola

Pulizia strumenti

- Acqua

Supporti consentiti

- Calcestruzzo

- Asfalto

Condividi

Calcola consumi

Calcola una misura indicativa dei consumi necessari richiesti da questo prodotto