Rinforzo di volte con betoncini collaboranti strutturali

Codice: M.0027

Aggiornamento: 11 febbraio 2015

Consolidamento di strutture murarie a volta con costruzione di betoncini cementizi collaboranti all'estradosso della volta

Consumi suggeriti

Prodotti Consumi
SANASTARK 0,3 l/m² Superficie da trattare o rivestire
REPAR TIX BIC 19 kg/cm/m² Spessore/Superficie da trattare o rivestire
GROUT MICRO-J 1,5 kg/dm³ Volume totale da sigillare o ricostruire

Step by step

1

Asportazione del riempimento d’estradosso sino al rinvenimento della muratura, ivi compresa la rimozione delle parti murarie incoerenti e la depolverizzazione da effettuarsi con aria compressa.

2

Adozione dei provvedimenti di consolidamento murario eventualmente necessari: per esempio, rivitalizzazione delle superfici eccessivamente pulverulente e/o regolarizzazione di discontinuità e cavità, colmatura di fughe, asportazione o sostituzione di mattoni, ecc.. La rivitalizzazione e il consolidamento delle superfici è da effettuarsi con l'applicazione della soluzione reattiva di silicati minerali SANASTARK, per un consumo di circa 0,3 litri/m². Riparazioni volumetriche o regolarizzazioni superficiali, invece, saranno da effettuarsi con l’ausilio della malta cementizia reoplastica, tixotropica bicomponente REPAR TIX BIC, per un consumo di 19 kg/cm/m².

3

Esecuzione di perforazioni verticali, in ragione di 4-5 fori per m², ove consentito dalla consistenza muraria.

4

Costruzione degli ancoraggi di rinforzo mediante colatura, nei fori di cui sopra, di micromalta cementizia superfluida, ad elevatissima stabilità e resistenza, GROUT MICRO-J, per un consumo di circa 1,5 kg di prodotto per litro di riempimento; immediato inserimento, nei fori stessi, di spezzoni di tondini d’acciaio, ad aderenza migliorata (ø 6 - 8 mm) preliminarmente preparati; colmatura sigillante delle perforazioni, ove necessario, mediante colatura con imbuto, della stessa micromalta GROUT MICRO-J, utilizzata per il fissaggio. I tondini dovranno essere posizionati con sporgenza, pari a 8-10 cm, rispetto alle superfici murarie.

5

Messa in opera dell’armatura di rinforzo prevista, per esempio, rete elettrosaldata di diametro 5 mm, maglia 10x10 cm, opportunamente distanziata dall’estradosso murario, fissata ai tondini di ancoraggio sopra descritti.

6

Predisposizione ulteriore delle superfici di intervento mediante depolverizzazione con aria compressa e saturazione con acqua. All’atto dell’applicazione della malta, i supporti dovranno presentare la condizione “satura a superficie asciutta”.

7

Costruzione della lastra armata collaborante, mediante stesura, manuale, con tazza o con gunitatura, della malta cementizia reoplastica, a ridotto modulo elastico, tixotropica, bicomponente, ad elevata adesività ed aderenza REPAR TIX BIC, per un consumo di 1900 kg/m³ di riempimento (19 kg/cm/m²).

8

Adozione dei necessari provvedimenti di protezione e stagionatura umida, i quali dovranno essere protratti per almeno 14 giorni.

N.B: Per condizione 'satura a superficie asciutta', si intende lo stato di un supporto che, bagnato qualche ora prima, ha assorbito completamente l'acqua che vi è stata applicata, sino ad asciugarsi in superficie. In questo modo il supporto non sottrae acqua al materiale applicato e la superficie non presenta veli d'acqua che possono interporsi fra i due materiali, pregiudicando l'adesione.

Contattaci subito

Vuoi saperne di più sui nostri prodotti?

Attenzione, compilare correttamente questo campo.
Attenzione, inserire un indirizzo email valido.
Attenzione, compilare correttamente questo campo.

Con l’invio accetto l'informativa sulla privacy

Attenzione, compilare correttamente questo campo.

Iscrizione alla newsletter

Scarica il Memoflash

Condividi

Prodotti in vetrina

  • Osmocem
  • Sanawarme