FLOOR TENAX

Microcalcestruzzo fibrato per il ripristino di pavimenti

Codice: FLR.0054

Componenti: 1

Aspetto: Polvere

FLOOR TENAX è una malta colabile, plastico/fluida, fibrorinforzata, utilizzabile per riparazioni di pavimenti in calcestruzzo deteriorati e ripristini strutturali di calcestruzzo armato eseguiti tramite colaggio in cassero. Il formulato contiene cementi finissimi ad elevata resistenza, microsilici ad attività pozzolanica, aggregati in razionale curva granulometrica (0,1÷1,8 mm), speciali additivazioni ed un cospicuo contenuto di fibrorinforzo READYMESH. Il prodotto si impasta con bassissimi rapporti acqua/leganti (< 0,32). La speciale formulazione di FLOOR TENAX conferisce ai ripristini eseguiti, resistenze meccaniche, energia di frattura, eccezionale durabilità ed elevatissima resistenza chimico-fisica.

Certificazioni ottenute e Normative

Prodotti e sistemi per la protezione e riparazione delle strutture in calcestruzzo - Riparazione strutturale e non strutturale (R4)

EN 1504-3

Prodotti e sistemi per la protezione e riparazione delle strutture in calcestruzzo - Riparazione strutturale e non strutturale (R4)

Prodotto della linea Floor, la linea prodotti di Azichem Srl dedicata ai prodotti principali, complementari e accessori per la costruzione, il ripristino e/o la rivitalizzazione di pavimenti e massetti in calcestruzzo.

Floor - Prodotti per pavimenti e massetti in calcestruzzo

Prodotto della linea Floor, la linea prodotti di Azichem Srl dedicata ai prodotti principali, complementari e accessori per la costruzione, il ripristino e/o la rivitalizzazione di pavimenti e massetti in calcestruzzo.

Caratteristiche generali

conservabilità

Conservabilità: 12 mesi

temperatura-di-applicazione

Temperatura di applicazione: +5 / +30 °C

miscelare-con-acqua

Miscelare con acqua: 11 / 12.5 %

spessore-minimo-consigliato

Spessore minimo consigliato: 8 mm

spessore-massimo-consigliato

Spessore massimo consigliato: 20 mm

Specifiche tecniche

Resistenza a compressione dopo 28 giorni

> 95 N/mm²

Legame di aderenza

> 2.5 N/mm²

Modulo elastico

35000 N/mm²

Resistenza a compressione dopo 24 ore

> 35 N/mm²

Resistenza all'usura

0.8 cm³/50cm²

Resistenza a trazione

4 MPa

Tempo di presa

3 h

Resistenza a compressione dopo 12 ore

8 N/mm²

Massa volumica

2250 kg/m³

Assorbimento capillare

0.38 kg•h^0.5/m²

Resistenza a flessione

> 14.5 N/mm²

Colori disponibili

- Grigio

Imballaggi e dimensioni

- Sacco da 25 kg

Caratteristiche

FLOOR TENAX ha un tempo di lavorabilità di circa >120 minuti, trascorso il quale si innesca il processo di presa seguito da un progressivo indurimento. Il ritiro igrometrico è estremamente contenuto grazie alla presenza delle fibre di vetro e alle fibre polipropileniche multifilamento READYMESH PM 060, garantendo stabilità volumetrica al ripristino effettuato. Le prestazioni che rendono unico FLOOR TENAX sono:
• elevatissime resistenze meccaniche a compressione (> 95 MPa a 28 gg),
• elevatissime resistenze meccaniche a flesso-trazione (> 14,5 MPa a 28 gg),
• ottima durabilità e resistenza agli attacchi chimici.

Consumi

Circa 20 kg/m² di FLOOR TENAX per ogni centimetro di spessore da realizzare (circa 2000 kg per ogni metro cubo).

Campi d'impiego

FLOOR TENAX viene utilizzato nella riparazione di pavimentazioni deteriorate con riporti caratterizzati da limitato spessore (applicazioni tipiche nell'intervallo 8 - 20 mm), elevate prestazioni in termine di capacità di deformazione e resistenza antifessurativa, ed in particolare ove occorra una rapida apertura al traffico od un rapido esercizio dopo l’applicazione. I campi applicativi prevalenti sono:
• riparazione di pavimenti industriale in calcestruzzo con pedonabilità consentita dopo circa otto ore dal getto e carrabilità consentita dopo 24-48 ore dall’applicazione;
• riparazione di giunti di pavimenti industriali;
• posa e fissaggio di chiusini;
• riparazioni e ripristini strutturali in genere eseguiti con colaggi entro cassero.

Preparazione dei supporti

Le superfici di applicazione dovranno risultare pulite, prive di imbrattamenti, parti friabili e incoerenti, polvere ecc., convenientemente saturate con acqua fino a raggiungere la condizione di "sature a superficie asciutta".

Modalità d'impiego

• Il supporto deve essere preparato tramite scarifica meccanica od idroscarifica per una profondità non inferiore ad 8 mm. La scarifica del supporto è un’operazione assolutamente necessaria per garantire una sufficiente aderenza del riporto applicato. Nel caso di rappezzi o riparazioni localizzate, tagliare i contorni ad angolo retto con flessibile.
• Il supporto non deve avere tracce di oli, grassi, detergenti.
• Il supporto deve essere sano, pulito, scabro, senza parti friabili né polvere (aspirazione in forte depressione con attrezzatura adeguata di tutte le polveri ed i detriti). Lavare la superficie con acqua in pressione. Saturare il supporto con acqua prima dell’applicazione ed eliminare ogni eccesso d’acqua in superficie.
• Temperature di applicazione: 5 °C ÷ 35 °C.
• E’ fortemente consigliato per una resa ottimale dell’operatività di cantiere, utilizzare miscelatore ad asse verticale con movimento planetario o a doppio elicoide orizzontale.
• MISCELAZIONE: La polvere viene mischiata con acqua potabile nella misura dell’11% - 12%, riferita al peso totale della malta (circa 2,75 lt per sacco da 25 kg) fino ad impasto omogeneo. Tempo di miscelazione: 4 minuti circa con miscelatore ad alta efficienza.
• Nel caso di grossi spessori (p.es.: riparazione tombini) utilizzare la compattazione con ago vibrante o pestellare in maniera molto intensa.
• Livellare la superficie con staggia vibrante su dime predisposte.
• La superficie deve essere protetta, dopo l’applicazione, da teli in polietilene o trattamenti antievaporanti. Questi ultimi vanno spruzzati sulla superficie ripristinata appena gettata e ancora fresca (prevedere trattamenti antievaporanti solo nel caso in cui non siano programmate altre applicazioni protettive o estetico-protettive soprastanti: rivolgersi al nostro servizio tecnico per consigli sulla modalità di protezione delle superfici maggiormente indicata e sul tipo di prodotto utilizzabile come curing compound).
Nel caso di spessori eccedenti i 20 mm FLOOR TENAX dovrà essere steso, staggiato e frattazzato su idoneo sottofondo solo con opportuni accorgimenti che ne garantiscano l'adesione e l'ancoraggio strutturale al supporto stesso. I metodi di ancoraggio suggeriti sono: stesura di apposita resina epossidica per ripresa di getto strutturale (SYNTECH RGS o SYNTECH PAVISHEER); oppure posizionamento di una rete d'acciaio zincato di maglia 5x5 cm e filo 2 mm, distanziata dal piano del supporto della metà dello spessore previsto di FLOOR TENAX ed ancorata allo stesso mediante connettori ad "L" fissati in appositi fori resinati con SYNTECH PROFIX o fissati mediante chiodatura con "sparachiodi".
Prevedere una copertura con TNT bagnato e telo impermeabile non appena le superfici risultano pedonabili.

Metodi di applicazione

- Frattazzo

- Pompa

- Spatola

- Staggia

Pulizia strumenti

- Acqua

Supporti consentiti

- Calcestruzzo

- Laterizi

Avvertenze, precauzioni ed Ecologia

Per verificare l’idoneità del prodotto in funzione delle specifiche esigenze è sempre importante effettuare prove preliminari. Si consiglia di curare attentamente la maturazione del betoncino per qualche giorno, mediante irrorazione continua di acqua o copertura delle parti ripristinate con teli in polietilene (periodo invernale) o teli in tessuto-non-tessuto impregnato d'acqua (periodo primaverile/estivo).

Condividi

Prodotti in vetrina

  • Syntech Poliurea
  • Sanawarme
  • Pro Seal