GROUT iTOP

Malta colabile strutturale a rapido conseguimento delle prestazioni a 24h

Codice: GRT.0351

Componenti: 1

Aspetto: Polvere

GROUT iTOP è una malta cementizia ad elevate prestazioni, strutturale, espansiva, applicabile mediante colaggio per spessori centimetrici negli ancoraggi di precisione e per la costruzione e il ripristino di strutture in calcestruzzo degradato. GROUT iTOP è conforme ai requisiti della normativa EN 1504/3 come malta strutturale ad alte prestazioni (classe R4) e sviluppa resistenze elevate già nelle prime 24 ore dalla posa (>35 MPa). GROUT iTOP è leggermente espansiva sia in fase plastica che indurita ed è resistente gli agenti aggressivi ambientali, proteggendo in tal modo le armature e minimizzando il rischio di corrosione.

Certificazioni ottenute e Normative

Prodotti e sistemi per la protezione e riparazione delle strutture in calcestruzzo - Riparazione strutturale e non strutturale (R4)

EN 1504-3

Prodotti e sistemi per la protezione e riparazione delle strutture in calcestruzzo - Riparazione strutturale e non strutturale (R4)

Caratteristiche generali

conservabilità

Conservabilità: 12 mesi

temperatura-di-applicazione

Temperatura di applicazione: +5°/+35 °C

Specifiche tecniche

Adesione al CLS (prova per taglio)

> 6 MPa

Assenza di bleeding secondo UNI 8998

Resistenza al fuoco

A1 _

Resistenza allo sfilamento della barre d'acciaio ad aderenza migliorata

< 0.6 mm

Resistenza a compressione dopo 01 giorno

> 38 MPa

Massa volumica

2350 g/l

Modulo elastico

29.000 MPa

Resistenza a flessione a 01 giorno

> 7 MPa

Resistenza a flessione dopo 28 giorni

> 12 MPa

Resistenza a compressione dopo 28 giorni

> 75 MPa

Assorbimento capillare

< 0.5 kg/(m² • h^0.5)

Colori disponibili

- Grigio

Imballaggi e dimensioni

- Sacco da 25 kg

- Pallet: 50 x (Sacco da 25 kg)

Caratteristiche

Le principali caratteristiche di GROUT iTOP sono:
• il mix di leganti superfini ad alta resistenza, combinati con silici micronizzate ad attività pozzolanica, rende la malta, al termine del processo d’indurimento, intrinsecamente impermeabile all'acqua ed estremamente durabile nei confronti dei più severi ambienti d’esposizione (classi d’esposizione XC = corrosione indotta da carbonatazione, XF gelo e disgelo, XA attacco chimico, XS e XD corrosione indotta da cloruri);
• il pH fortemente alcalino (> 12) protegge i ferri d’armatura dall’innesco della corrosione;
• la trascurabile traspirabilità all'anidride carbonica fornisce alle malte indurite elevatissime caratteristiche anticarbonatazione.
• Se previsto o necessario è possibile aggiungere al GROUT iTOP fibre in acciaio READYMESH MM-150 per un quantitativo di 25 kg/mc (300 grammi per ogni sacco da 25 kg di GROUT iTOP). Per spessori d’applicazione superiori a 8 cm è possibile aggiungere il dal 25 % al 35% di GHIAIETTO 6.10 (Ghiaietto essiccato, selezionato, nella granulometria compresa tra 6 e 10 mm, specifico per l'addizione a malte colabili strutturali, al fine di migliorare la curva granulometrica, in base all'aumento dello spessore di getto richiesto);
• elevatissima fluidità e capacità di scorrimento, proprietà determinante per garantire il reimpimento di tutti gli sapzi negli ancoraggi sottopiastra e nei colaggi casserati a basso spessore;
• elevate prestazioni meccaniche sia alle brevi che alle lunghe stagionature;
• elevata adesione al calcestruzzo e all’acciaio.

Consumi

Circa 19 kg/m² di GROUT iTOP per ogni centimetro di spessore da realizzare (circa 1900 kg per ogni metro cubo).

Campi d'impiego

GROUT iTOP è particolarmente indicato per ancoraggi di precisione di pilastri in acciaio, turbine, compressori, alternatori, forni frontali ed orizzontali, fresatrici, piallatrici, presse, bitte portuali, mulini, pale eoliche, macchine per il taglio delle rocce, macchine operatrici in generale. Nel settore delle opere viarie risulta particolarmente indicato nell’ancoraggio di giunti stradali strutturali e nel fissaggio di barriere di sicurezza stradali.

Preparazione dei supporti

Le superfici di applicazione dovranno risultare pulite, prive di imbrattamenti, parti friabili, incoerenti, polvere, sufficientemente irruvidite per consentire in buon ingranamento meccanico fra il supporto e la colata di GROUT iTOP. Saturare convenientemente con acqua il calcestruzzo di fondazione per almeno otto ore prima del getto della malta colabile. Rimuovere l’acqua libera con spugne o con getti d’aria fino a raggiungere la condizione di "supporto saturo a superficie asciutta".

Modalità d'impiego

Immettere nella betoniera i 2/3 (circa 2.5 litri per sacco) dell'acqua totale d'impasto, quindi aggiungere gradualmente GROUT iTOP e l'acqua restante, mescolando per 3-4 minuti, sino ad ottenere un impasto omogeneo della consistenza desiderata e privo di grumi. GROUT iTOP è facilmente pompabile, previa accurata miscelazione con i corretti quantitativi d’acqua (si sconsigliano pompe a dosaggio volumetrico dell’acqua nelle quali la quantità d’acqua non è ben definita e la miscelazione del prodotto avviene, in breve tempo, nel circuito di pompaggio).
Per elevate sezioni di ancoraggio è opportuno addizionare GHIAIETTO 6.10 (consultare la relativa scheda tecnica per maggiori informazioni).
Temperatura d’applicazione compresa tra +5° e +35°C
Disarmare abbondantemente le casseforme per evitare sottrazioni d’acqua d’impasto ed imperfezioni superficiali (GROUT iTOP è fortemente adesivo e si aggrappa su svariati supporti compresi, se non accuratamente disarmati, legno ed acciaio).

Metodi di applicazione

- Colatura

Pulizia strumenti

- Acqua

Supporti consentiti

- Calcestruzzo

- Prefabbricati

- Murature miste

- Murature in laterizio forato

- Murature in pietra

- Acciaio

Avvertenze, precauzioni ed Ecologia

Date le proprietà autolivellanti del prodotto e la sua capacità autocompattante, si consiglia di prestare la dovuta attenzione alla fase di vibrazione. Una eccessivo zelo nell'operazione di vibrazione può peggiorare la resa estetica del manufatto risultante.

Non utilizzare in assenza di adeguati confinamenti laterali.

Curare la protezione e la stagionatura umida delle superfici esposte.

Adottare procedure di getto in grado di assicurare l'assenza di vuoti e discontinuità; colare la malta da una sola parte del perimetro di getto per evitare sacche d'aria.

Condividi

Prodotti in vetrina

  • Syntech H.A.G.
  • Osmocem
  • Protech Balcony